Salah continua il digiuno

Mohamed Salah non interromperà il Ramadan che, da buon musulmano praticante, ha cominciato lo scorso 16 maggio ma la finale di Champions League a Kiev si avvicina e l’attaccante del Liverpool potrebbe dunque arrivare all’atto finale del torneo in condizioni fisiche non perfette. Un problema non da poco per Klopp, che all’appuntamento contro il Real potrebbe avere il Faraone a corto di energie. Del digiuno fino al tramonto di Salah, per motivi religiosi, si sapeva visto che osserva scrupolosamente i precetti della propria religione, ma si pensava che potesse usufruire dell’esenzione concessa agli sportivi di alto livello in caso di appuntamenti importanti. Il match per il titolo europeo contro il Real Madrid lo è sicuramente, ma Salah ha deciso di continuare, e anche sabato rimarrà a digiuno fino a mezz’ora prima della partita, quando il sole a Kiev comincerà a tramontare. L’attaccante dei Reds continuerà il Ramadan fino al 14 giugno, giorno che precederà l’esordio della sua nazionale, l’Egitto, a Russia 2018 contro l’Uruguay di Cavani. Nemmeno il Mondiale dunque scalfirà l’osservanza dei precetti di Salah.

About

You may also like...

Your email will not be published. Name and Email fields are required